DELEGAZIONI PROVINCIALI

13.03.2015

Viterbo premia le sue gioie

Con le premiazioni delle società che hanno vinto nella passata stagione i campionati giovanili organizzati dalla Delegazione provinciale di Viterbo della Federcalcio si è ufficialmente chiusa la stagione agonistica 2013-2014. Sobria e partecipata cerimonia presso la sala Quarto Stato del Museo delle Tradizioni Popolari a Canepina, alla presenza del Vice sindaco del comune cimino Emanuela Benedetti, del Delegato provinciale Coni Alessandro Pica, della Coordinatrice regionale del Sgs Patrizia Minocchi, del consigliere regionale della Figc Renzo Lucarini e del Presidente della sezione Aia di Viterbo Luigi Gasbarri, sono stati consegnati le coppe ai club che hanno vinto il titolo nelle categorie Allievi, Allievi fascia B, Giovanissimi e Giovanissimi fascia B, e anche le targhe per le società che si sono aggiudicate la Coppa Disciplina.

Padrone di casa il delegato provinciale del CR Lazio, Ermanno Todini che, aprendo i lavori, ha sottolineato come “questi riconoscimenti costituiscono il giusto premio ai sacrifici e al lavoro svolto da tecnici e dirigenti in un settore delicato e fondamentale come quello giovanile e scolastico che conta in Italia circa 1 milione e 200mila tesserati, dei quali oltre 70mila nel Lazio”. Perentorio l'invito rivolto da Todini: “Allontanate dalla vostra società chi non si comporta correttamente. Coloro che lavorano alla formazione tecnica e caratteriale dei giovani calciatori hanno il dovere di tenere comportamenti assolutamente educati nei confronti degli avversari, del pubblico e degli arbitri: chi non lo fa deve essere emarginato”. 

Dopo l'intervento del delegato provinciale del Coni (che ha sottolineato come si dedichino poche risorse, in Italia, allo sviluppo dei vivai) Renzo Lucarini ha sottolineato la specificità del mondo dilettantistico. “Noi dilettanti continuiamo a lavorare con grande impegno e senza gratificazioni economiche: l'unico premio è rappresentato dalla crescita dei giovani calciatori”. Sulla stessa lunghezza d'onda l'intervento di Patrizia Minocchi. “è vero - afferma - le risorse a favore dello sviluppo dei vivai sono diminuite, ma con quello che abbiamo a disposizione cerchiamo di puntare sulla formazione e sull'aggiornamento dei tecnici. Lo facciamo per la passione e per l'amore che ci lega al calcio”.  

                                  


noresult