COMITATI REGIONALI

Di Vito Tisci - 14.07.2013

Verso il nuovo centro federale

Il cantiere non c’è ancora, ma l’area individuata sì. L’allusione è per la destinazione ove sorgerà il centro federale, machiavellica intuizione del Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Carlo Tavecchio e immediatamente raccolta sul territorio pugliese da Vito Tisci, vertice federale in Regione e dirigente prodigo di idee e incline alle innovazioni. “La costruenda struttura “annuncia Tisci” sorgerà nell’area adiacente l’antistadio ‘San Nicola’ e si affiancherà al piano di riqualificazione dello stesso impianto sportivo. Inizialmente si era pensato ad un’area del quartiere Japigia, poi dopo un incontro con l’assessore allo Sport ed Urbanistica Sannicandro, è maturata l’opzione di quest’area, attigua al campo che il Bari utilizza per gli allenamenti. 

Qui, vi è un’ampia zona di parcheggio che verrebbe ad essere riadattata. In questa superficie è nostra intenzione edificare un campo in erba artificiale di ultima generazione, con spogliatoi, una tribuna con una capienza di seicento posti. Se poi, dovessero avanzare degli spazi, anche due campi di calcio a cinque, questi ultimi con fondi del Comitato Regionale”. Sui tempi di realizzazione c’è però da fare i conti inevitabilmente con la burocrazia. “Fosse per noi e per la Lega Nazionale Dilettanti che finanzia il progetto, inizieremmo da domani, anche perché in una recente visita a Bari del nostro Presidente Carlo Tavecchio abbiamo effettuato un sopralluogo sul posto e da parte sua c’è stato un manifesto consenso per l’area individuata, ma bisogna fare i conti con l’Ente locale. 

Già, quando si richiede una concessione di un suolo per venti anni, non basta una delibera di Giunta, ma bisogna imprescindibilmente passare attraverso il Consiglio Comunale. Dunque, tutto è nelle mani del Comune: appena ci fornisce l’ok, immediatamente dopo partiremmo con i  lavori e inaugurare la struttura verso la fine dell’anno”. 

In caso di diniego delle autorità politiche locali, si dovrebbero prendere in considerazione altre soluzioni. “Mi auguro proprio di no, l’ipotesi San Nicola è formidabile: tangenziale e autostrade sono ad un tiro di schioppo e il centro federale si troverebbe al centro di uno spazio sportivo in un’area che l’Amministrazione Comunale vorrebbe riqualificare.”  


noresult