COPPA TOSCANA

22.05.2015

Una coppa di rigore

Il calcio che piace a noi. L’applauso scrosciante che accomuna vinti e vincitori alla fine della gara  testimonia la bellezza del calcio dei campanili, dei borghi e la bella immagine che nell’occasione offre il calcio dilettanti della nostra regione. 

L’inizio è equilibrato ma i ragazzi in maglia nera con bordi verdi si rendono maggiormente pericolosi con BazzariniDegl’Innocenti che creano più di un problema ai rossi di Saline. Al 30’ i ragazzi guidati da Marco Nasoni hanno l’opportunità per portarsi in vantaggio ma per due volte Banelli respinge le conclusioni da distanza ravvicinata di Maglione. Al 35’ su azione ben congeniata di Esposito, la palla buona capita a Simone Bazzarini che supera l’estremo avversario e porta in vantaggio la sua squadra. Il Saline, trascinato dai suoi tifosi, non ci sta ma sono sempre gli aretini a sfiorare il 2-0 con una conclusione di Esposito che termina fuori. Veemente il finale di tempo del Saline che prima sfiora il pareggio con le conclusioni di Maglione e Ilijazi, poi colpisce il palo con lo stesso Iliajzi e infine al 45’ usufruisce di un calcio di rigore per un fallo commesso su Onnis Daniele che Leonardo Burchianti trasforma. 

Al minuto undici della ripresa fiammata del Viciomaggio con il solito Simone Bazzarini che con una bella conclusione riporta in vantaggio la squadra guidata da Matteo Monticolo. Entrano forze fresche nelle due squadre, poi a nove dal termine, su un traversone lungo, non esce nel modo migliore l’estremo Banelli e il nuovo entrato Simone Pagliuca mette in rete da posizione invitante. 

\Niente da segnalare ai supplementari, è il tempo dei rigori. Segnano Esposito, Degl’Innocenti, Bidini, Bernardini e Bondi per il Viciomaggio, l’errore decisivo per il Saline lo commette al secondo rigore Daniele Onnis che manda la palla fuori mentre dagli undici metri per i rossi realizzano Ciaccio, Barbafiera e Burchianti. Esplode l’entusiasmo del Viciomaggio, che nell’albo d’oro succede al Mezzana, tanti applausi dai propri tifosi anche al Saline. Finisce dunque con la gioia grande del Viciomaggio che festeggia la vittoria in coppa ed il salto di categoria. Ma anche con la consapevolezza che l’avversario trovato meritava altrettanto. E che il calcio dilettanti, a questi livelli, può regalare ancora grandi gioie ed enormi emozioni.