EXPO 2015

Di Francesco Grazioso - 12.04.2014

Tra sport, territorio e... marketing

Tra poco più di un anno Milano avrà l’onore di ospitare l’Expo: evento tanto reclamizzato, ma di cui pochi si sono soffermati a delineare i caratteri essenziali e le enormi potenzialità. L’Expo è un’esposizione universale di natura non commerciale (non è dunque una fiera), organizzata dalla nazione che ha vinto una gara di candidatura e prevede la partecipazione di altre nazioni invitate tramite canali diplomatici dal Paese ospitante. 
La prima Expo è stata quella di Londra nel 1851 e il suo successo ha spinto altre nazioni a organizzare iniziative similari, come l’Expo di Parigi del 1889 ricordata per la creazione della Torre Eiffel. Ogni Expo è dedicata a un tema di interesse universale. Il ruolo di Expo, più che esporre le maggiori novità tecnologiche, è orientato all’interpretazione delle sfide collettive cui l’umanità è chiamata a rispondere. Il tema che sarà al centro dell’esposizione milanese è quanto mai delicato e fondamentale per il futuro del Mondo: “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. Un tema che presenta degli obiettivi a stretto contatto con il mondo dello sport e il suo complesso valoriale. 
Lo sport è strettamente collegato all’ambiente in cui viene praticato. Immergersi nella natura molto spesso si rapporta con la sensazione di piacere e di benessere avvertita dalle persone nella pratica sportiva. Come è stato ribadito nell’ambito della “5^ Conferenza Mondiale su Sport e Ambiente” organizzata nel 2013 a Torino dal Cio (Comitato Internazionale Olimpico), è fondamentale che lo sport venga completamente integrato nella cultura del luogo. L’ambiente deve diventare, dopo sport e cultura, il terzo pilastro sui cui poggia lo spirito olimpico. 
Lo sport può essere dunque un elemento essenziale per lo sviluppo del tema di Expo 2015, con particolare riferimento alla sana alimentazione e ai corretti stili di vita. Le istituzioni politiche e sportive in particolare hanno previsto un percorso di grandi eventi in avvicinamento a Expo 2015. Da qui alla primavera del prossimo anno, infatti, tutti gli attori concorreranno a fare di Milano la “capitale” dello sport italiano, un passaggio previsto tra le tante attività correlate alla manifestazione. 
Sono già in calendario appuntamenti importanti e prestigiosi, come le finali della Euroleague di basket e l’Heineken Cup di rugby, entrambi in programma nel 2015. Sempre l’anno prossimo, Milano sarà poi la sede dei Mondiali di canoa. È previsto anche il coinvolgimento di personalità illustri dello sport italiano del passato e del presente come “portabandiera” di Expo 2015,  nonché la realizzazione di eventi dedicati all’età scolastica per favorire un approccio innovativo verso lo sport inteso come movimento e stile di vita. Da non dimenticare, infine,  il progetto di  realizzare una Cittadella dello Sport sul sito di Expo una volta terminata l'Esposizione Universale.            


noresult