FAIR PLAY

Di Fabio Lattanzio - 07.05.2015

Tim Cup - Bis del River, festa Caldora e Torrese

Il sesto appuntamento stagionale con le premiazioni della della Fair Play Tim Cup si è tenuto lo scorso 5 maggio a Chieti Scalo - presso il negozio Tim del centro commerciale Megalò - dove le squadre più corrette alla fine del mese di marzo 2015 hanno ricevuto i meritatissimi premi Erreà griffati Tim: borsone personalizzato e muta completa da 18 calciatori e 2 portieri per ogni sodalizio che si è contraddistinto per la correttezza in campo.

L’entusiasmo contagioso dei ragazzi e la soddisfazione di dirigenti e tecnici presenti alla cerimonia hanno confermato, ancora una volta, che la campagna “valoriale” che ha unito l’azienda Tim e il Comitato Regionale Abruzzo per la stagione sportiva 2014/15 non è affatto passata inosservata, anzi, è entrata poco a poco nel dna del movimento e oggi rappresenta un patrimonio comune a tutta la comunità calcistica regionale.

GLI INTERVENTI E LE PREMIAZIONI

Come sempre le parole di Marco Mozzoni hanno fatto da apertura della cerimonia di premiazione. Il responsabile Tim si è soffermato in particolare sui grandi investimenti che l’azienda ha fatto in Abruzzo per aumentare la qualità dei servizi e la velocità di navigazione, sottolineando come “molto positiva” la partnership che il progetto Fair Play Tim Cup ha creato con il mondo del calcio dilettantistico e giovanile abruzzese, una realtà “viva e propositiva” che rappresenta pienamente i principi ispiratori dell’intero progetto.

Alle parole di Marco Mozzoni hanno fatto seguito quelle di Daniele Ortolano, Presidente del Comitato Regionale Abruzzo Figc/Lnd, che ha salutato tutti i presenti spendendo parole di elogio in generale sul progetto e in particolare sulla storia e i meriti delle società presenti a Chieti per essere premiate: “Per la categoria Juniores abbiamo qui gli amici della Torrese Calcio, protagonisti di una stagione difficile ma sempre motivatissimi. Per voi la speranza è che questo premio possa rappresentare un riconoscimento importante all’intera attività portata avanti negli ultimi anni, ma anche un punto solido su cui ripartire per il futuro”. 

“Per quanto riguarda il River Casale 65 - prosegue Ortolano - devo innanzitutto complimentarmi con i dirigenti qui presenti, in quanto ci rivediamo con la squadra Allievi dopo aver premiato due mesi fa quella Giovanissimi. Un ottimo risultato di un club storico, capace di conquistare titoli nazionali e di lavorare molto bene con i ragazzi. A voi va anche un caloroso in bocca al lupo perché andrete a rappresentare l’intera regione nella fase nazionale di categoria, col sogno di andare più avanti possibile senza porsi limiti”. 

“Per finire - conclude il numero uno del CR Abruzzo - devo elogiare il lavoro della Caldora Calcio Pescara, una società molto ben strutturata con validissimi tecnici e un’organizzazione del settore giovanile da fare invidia alle realtà più consolidate dell’intero panorama nazionale. Oggi siete qui con la squadra Giovanissimi per ricevere un premio prestigioso che vi fa onore e che ricorderete sempre con soddisfazione”.

L’avventura della Fair Play Tim Cup in Abruzzo non finisce oggi e proseguirà fino a tutto il mese di giugno: per completare il progetto, infatti, dovranno essere effettuate altre due cerimonie di premiazione con ben otto squadre coinvolte (due nella categoria Allievi, due in quella Giovanissimi, una di Eccellenza, una di Promozione, una di Prima Categoria e una di Seconda Categoria).