ECCELLENZA

Di Benedetto Gasbarro - 01.02.2013

Sulmona 1921, le mani sul campionato

In estate, dopo la sconfitta nello spareggio promozione e il mancato ripescaggio, il clima nella città ovidiana non era certo dei migliori. Il Presidente Scelli era pronto a mollare tutto e il futuro si faceva molto incerto. Ma proprio quando tutto sembrava precipitare le varie componenti si sono ricompattate e si è dato inizio a un nuovo corso con nuovi protagonisti che fino a questo momento stanno dominando la scena del campionato di Eccellenza. Ruolo di non poco conto nell'organigramma societario è la figura del direttore generale, nella persona di Giorgio Bresciani. Personaggio di indubbio spessore con ben quindici stagioni da calciatore tra la Serie A e B e reduce dall'esperienza dirigenziale prima con la Colligiana e poi con il Pergocrema in serie C1. Attraverso una chiacchierata col Dg abbiamo voluto carpire i segreti di questa prima parte di stagione.

Bresciani, perché ha accettato questo ruolo nel sodalizio peligno?
Il mio arrivo in terra d'Abruzzo è dovuto solo ad amicizie in comune con il Presidente Scelli che mi hanno prospettato questa avventura. Non posso nascondere come questa categoria fosse a me sconosciuta, visto che ho sempre lavorato tra i professionisti. è stata una scelta coraggiosa, mi sono messo a disposizione pur dovendo lavorare lontano dalla mia terra. Ho riscontrato la genuinità del calcio dilettantistico che senza dubbio contrasta con quello professionista.

Come ha vissuto il primo periodo, quello coincidente con il suo arrivo in piena estate?
Non era un buon momento, il Presidente Scelli era in procinto di abbandonare ma poi tutti insieme siamo ripartiti con grande slancio e i risultati ci stanno dando ragione. Attenzione, però, siamo solo a metà dell'opera.

In quel periodo la scelta del nuovo mister è ricaduta su Mecomonaco, reduce dall'esperienza di Francavilla.
è stata un'intuizione del Presidente, che ha fortemente voluto un tecnico che conoscesse bene la categoria. Al momento, possiamo solo constatare che scelta migliore non poteva essere fatta.

In organico c'è il giusto mix tra giocatori esperti e giovani di belle speranze, non crede?
Certo, ma credo che non si possa fare altrimenti. Facciamo affidamento su gente esperta e di valore, Scandurra ne è un esempio. Quando gli "anziani" si calano nella realtà forniscono un aiuto importantissimo alla crescita dei tanti ragazzi presenti in organico.

Il Giulianova, alla vigilia, veniva indicato dagli addetti ai lavori squadra ammazza campionato. A metà stagione vi godete il primato con vari punti di vantaggio: il margine è rassicurante?
Sappiamo bene che il campionato non è affatto chiuso, con la regola dei tre punti è facile rimontare. Tra l'altro dobbiamo giocare lo scontro diretto al "Fadini" di Giulianova e il calendario ci riserva anche la trasferta di Montorio, pertanto il campionato è apertissimo. Inoltre, stiamo constatando che qualunque formazione affronti il Sulmona scende in campo per disputare la partita della vita.

Considerando quanto fatto, finora, come immagina il futuro del Sulmona?
Credo che il lavoro svolto sia sotto gli occhi di tutti, si sono gettate delle basi solide da parte di questa Società per fare calcio a buon livello. Mi preme ricordare come, dando seguito al lavoro iniziato, si è riusciti ad aprire una nuova sede societaria. La cosa più importante è quella di avere a disposizione un centro sportivo tutto nostro.

Insomma, nonostante il periodo di crisi economica che investe l'Italia e la valle peligna, il sodalizio ovidiano è un'isola felice...
Di certo il coinvolgimento di personaggi locali e l'ottenimento di risultati sportivi nel campionato che si sta disputando contribuisce al proseguimento di un certo discorso, anzi lo agevola.
n Com'è il vostro rapporto con le istituzioni?
Come si accennava prima, viviamo in un contesto molto difficile, ma posso affermare che per quello che ci riguarda qualcosa di positivo si sta muovendo, pertanto posso affermare che forse andiamo in controtendenza.


FOCUS SU >  Il punto: Inizia la lunga volata finale

01.02.2013
Ribaltando i pronostici della vigilia, il Sulmona guida la classifica del campionato di Eccellenza. ...

CONDIVIDI