SOCIETA' STORICHE

Di Damiano Montanari - 15.05.2012

Subito grandi grazie ai piccoli

Il carisma di un uomo forte da un lato, la forza dell'organizzazione dall'altro. Vignolese e Fiorano, due eccellenze nella provincia di Modena che, sebbene in modo diverso, perseguono lo stesso obiettivo. Al centro del progetto ci sono loro, i giovani. Che rappresentano il futuro e che nel presente regalano già alcune soddisfazioni. 

La vignolese 
A Vignola l'uomo al comando è Claudio Testoni, che analizza la situazione del settore giovanile. "Abbiamo 14 squadre per un totale di circa 180 ragazzi. Gli Allievi e i Giovanissimi sono iscritti ai rispettivi campionati regionali e i primi sono attualmente a metà classifica, ma in semifinale nella Fossil Cup, torneo che comprende 48 squadre da Fidenza a Sasso Marconi e che annovera nelle proprie file le migliori Società del territorio, dallo Juventus Club e l'Inter Club di Parma al Felsina e alla Rubierese. Partecipare ed essere riusciti ad andare avanti in una competizione di questo livello è per noi un vanto". Ottimo anche il cammino fino ad oggi dei Giovanissimi '97 - "Sono un'ottima squadra, al momento terza nel campionato regionale, dopo avere trionfato in quello provinciale" - e dei 2000 allenati da Ivano Bergonzini, capaci di sbaragliare la concorrenza imbattuti in campionato, con 77 gol fatti e solo uno subito. Ecco allora che, se consideriamo anche che la Juniores è prima in campionato con un punto di vantaggio sullo Spilamberto, è facile intuire quale possa essere lo stato d'animo di Testoni e del club. "Siamo molto soddisfatti del nostro settore giovanile - sottolinea -. La Società ha concesso di mettere due o tre allenatori per ogni squadra, in modo da seguire meglio i ragazzi dal punto di vista tecnico e comportamentale, e i risultati sono evidenti. D'altra parte per noi è importante crescere prima degli uomini e poi dei calciatori".  
Molti dei quali di qualità, come conferma l'interesse che alcune Società professionistiche nutrono nei confronti dei gioielli del settore giovanile della Vignolese. "Recentemente - afferma Testoni - abbiamo dato Riccardo Benatti ('94) al Bologna, Lorenzo Borghi ('97), Riccardo Lanzotti ('96) e Francesco Sereni ('96) al Modena, Daniele Strino ('98) e il giovane Scaglioni ('97) al Sassuolo". Una lista che si allunga se si considera che un paio di 2000 sono attualmente oggetto di interesse degli osservatori di Parma e Reggiana. "Abbiamo già avuto richieste - conferma Testoni - per il difensore centrale Marco Franzoso". Una parte della cantera vignolese, tuttavia, serve per soddisfare le esigenze della prima squadra. "Il fatto che questa Società creda nei giovani - conclude - è testimoniato dai tanti Under che giocano in Prima Categoria, come i '94 Matteo Coletta, attaccante esterno sinistro, i centrocampisti Mattia Dardani e Zefi Klinsmann e il difensore Salvatore Caputo. L'obiettivo è portarne molti altri in prima squadra nei prossimi tre anni". 

Il fiorano
Periodo in cui il Fiorano del Presidente Michele Iacaruso sarà sicuramente cresciuto, forte di un progetto e di un'organizzazione da prendere a modello. Nulla è lasciato al caso in Società, a cominciare dalla struttura del club che è la sommatoria di tre realtà. "Il Fiorano - spiega - è composto dall'A.C. Fiorano Srl, responsabile della prima squadra, della Juniores e del settore giovanile, dall'Asd Junior Fiorano, che ha la prima squadra in Seconda Categoria e un settore giovanile Uisp dai 2000 ai 2004, e dal Fiorano Calcio Eventi, un gruppo di genitori e volontari capeggiato da Katia Teggi che cura le attività di contorno della Società, dalle cene fino alle feste e agli eventi che vengono organizzati anche per autofinanziarci. Il nostro progetto consiste nel portare avanti il più possibile la Scuola Calcio e il settore giovanile che oggi comprende complessivamente 400 bambini. Da due anni a questa parte, nonostante la crisi e quello che il territorio non offre più, ho concentrato i miei tagli in alto, mantenendo inalterati gli investimenti su strutture e vivaio che, al contrario, sono cresciute, dal momento che ho assunto due ragazzi in più per la preparazione ateltica e l'attività motoria". Rilevante è anche il progetto "Scuola del Fiorano" che lavora con le prime e le seconde elementari delle scuole di Fiorano, Crociale e Spezzano per un totale di sedici classi. Il progetto è coordinato dal professor Angelo Manarelli, istruttore Isef, che coordina un'attività di circa 180 ore all'anno. Con buoni frutti. "Siamo tra le poche realtà - afferma Iacaruso - ad avere tutte le squadre del settore giovanile iscritte ai campionati regionali". Dove i gioielli di oggi lavorano per diventare i campioni di domani. "Abbiamo collaborazioni con società professionistiche, soprattutto con il Modena e con il Sassuolo, dove stanno già giocando alcuni dei nostri migliori giovani".


FOCUS SU > Il personaggio: Testoni, dalla Serie A alla Vignolese

15.05.2012
Un pezzo di storia del calcio italiano. è Claudio Testoni, oggi responsabile tecnico del sett...

CONDIVIDI

FOCUS SU > Fiorano: una struttura  da professionisti

15.05.2012
Dietro ai buoni successi del Fiorano ci sono una famiglia e una struttura di livello. La prima &egra...

CONDIVIDI