SECONDA CATEGORIA

14.05.2015

Seconda E - è un fieschi davvero... real!

La  Real Fieschi ha letteralmente dominato il campionato di Seconda Categoria (girone E). Il suo primato non è mai stato in discussione e ora le porte della Prima Categoria e di un futuro radioso sono spalancate. Ne parliamo con Andrea Levaggi, Presidente onorario e fondatore di questa giovane e ambiziosa società di San Salvatore dei Fieschi. 

“La nostra è stata innegabilmente una grande stagione - spiega -. Ci eravamo posti l’obiettivo in larga scala di raggiungere la Prima Categoria in 5 anni, l’abbiamo fatto in tre anni e mezzo. Vincere questo campionato era una sorta di obbligo, visto che l’anno scorso avevamo fatto qualcosa di meno rispetto alle nostre potenzialità. Abbiamo fatto qualcosa di grande grazie all’impegno della società ma grazie soprattutto al nostro mister William Bottaro, che ci ha messo partecipazione, grinta, impegno, e ai nostri ragazzi”.

“Sicuramente non ci siamo mai nascosti - continua Levaggi - perché una volta incorporato gran parte del settore giovanile del Santa Maria, il nostro obbligo di crescita era non tanto legato al salire di categoria fine a se stesso ma alla possibilità di dare uno sbocco importante ai tanti giovani che gravitano nella nostra cittadina, San Salvatore dei Fieschi, dove una volta c’erano le società Santa Maria e Villaggio, e dove oggi siamo noi la società di riferimento per le categorie Allievi e Juniores. Insomma, avevamo l’obbligo di dare lo sbocco della Prima Categoria ai nostri giovani. Vincere non è mai facile, non è mai automatico, gli avversari ce l’hanno messa tutta contro di noi come è giusto che sia, gli ostacoli e gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo, insomma non abbiamo mai avuto vita facile”.

Altro dettaglio importante, l’affiliazione con una grande società come l’Entella.

Siamo entrati nel circuito “Entella partners”, legandoci a una società che ormai è un punto riferimento importante per tutto il Levante ligure, che conferma livelli di attenzione verso i nostri ragazzi più promettenti e che comporta l’uso di campi e spazi imprescindibili per una società come la nostra che oggi vanta più di 200 iscritti.

Obiettivi futuri?

Raggiunto l’obiettivo che la società nata 2012 si era posto, ovvero la Prima Categoria, adesso cercheremo di mantenerla il più a lungo possibile. Intanto ci accingiamo a partecipare per la prima volta al campionato Juniores, mentre la nostra leva 1998 ha vinto il campionato provinciale, e possiamo quindi contare due trofei in bacheca quest’anno. Vogliamo riuscire a far giocare più giovani di San Salvatore in prima squadra, domani in Prima Categoria e in futuro, chissà, più in alto.

Avete già pensato alla prossima stagione? Mister e squadra saranno confermati?

Certamente, dopo questa cavalcata trionfale, è è mia intenzione  proporre la conferma di William Bottaro. Con lui abbiamo lavorato tanto per migliorare la squadra dal lato tecnico e umano, Bottaro ha lavorato come fossimo in Coppa dei Campioni e gran merito va ai ragazzi per aver seguito i suoi metodi di lavoro quasi ossessionanti dal punto di vista dell’intensità. Non volevamo farci trovare impreparati all’eventuale categoria superiore, quest’estate dovremo solo azzeccare i giovani giusti per inserirli in una struttura di squadra già forte e coesa.

In ultimo, una curiosità: come nasce il vostro nome?

Fieschi perché ci connotiamo fortemente con San Salvatore dei Fieschi, città legata a questa storica famiglia, e Real perché ho condiviso questo percorso con mia figlia Cristina, che è Presidente della società nonché grande tifosa di Cristiano Ronaldo. E poi tutto il consiglio è blucerchiato, e come tale in antitesi al Barcellona…