TERZA CATEGORIA

Di Andrea Piras - 08.05.2014

Savona - Alla scoperta del Murialdo

Pietro Perfumo e il Murialdo, un legame indissolubile tra la compagine calcistica del piccolo comune della provincia di Savona e il Vice presidente che dal 1997 segue con grande passione le vicende di una squadra nata nel 1988 come mezzo di aggregazione sociale per i ragazzi del paese. Poche soddisfazioni a livello di risultati per una squadra seguita con passione dai suoi tifosi. Dopo la storica promozione in Seconda Categoria della stagione 2011/12, la squadra è retrocessa in Terza perdendo gli spareggi playout con il Plodio. Al tecnico Francesco Ligi è subentrato mister Mario Croci con l'obiettivo di ripartire da zero. Vediamo ora di scoprire meglio attraverso le parole del Vice presidente Perfumo, questa realtà.

Perfumo, una stagione di alti e bassi... Che cosa vi è mancato?
Quest'anno è stata una vera delusione. Probabilmente siamo stati condizionati dalla retrocessione dello scorso anno. La sfortuna e il maltempo hanno fatto il resto. Durante il precampionato abbiamo perso Mattia Olivieri, il nostro migliore giocatore che si è infortunato e non è più riuscito a recuperare. In più ci si è messo anche il maltempo. Durante l'inverno, a causa della neve, non abbiamo avuto la possibilità di allenarci sul nostro campo di casa, il Comunale di Sant'Antonio. Siamo stati costretti ad allenarci tra il palazzetto dello sport e i campi di Cengio e Carcare. Abbiamo dovuto giocare quattro gare interne a Cengio e a Bardineto e questo ci ha penalizzati. Noi patiamo l'inverno. Facciamo un grande girone di andata e poi appena nevica vincere diventa un tabù. 

Ci parli un po' di lei. Che cosa le piace del ruolo che ricopre?
Anche se è molto impegnativo è sicuramente una soddisfazione poter vedere questi ragazzi giocare a pallone. La nostra squadra è formata per il novanta per cento da ragazzi provenienti da Murialdo. Noi cerchiamo di tenerli impegnati e di non costringerli a dovere andare fuori per giocare a calcio.  Inoltre mi piace molto questo ambiente.   

Qual è il vostro punto di forza?
In teoria dovrebbe essere il gruppo. Mister Croci segue bene i ragazzi. Nel precampionato abbiamo fatto una buona preparazione. Purtroppo siamo rimasti impantanati nell'inverno e i risultati non sono arrivati. Ci manca la mentalità vincente.

Come si vive il calcio a Murialdo? 
Nel suo piccolo la squadra è molto seguita. Nonostante i risultati non arrivino abbiamo un bel tifo con ragazzi che ci seguono sempre. Su questo aspetto non ci possiamo lamentare.                          

La scheda - Pietro Perfumo, da 17 anni nel murialdo
Una lunga carriera dietro la scrivania del Murialdo calcio per Pietro Perfumo che nel 1997, sotto la presidenza di Alessandro Calleri, entra in carica come Vice presidente. Nel 2008 assume il ruolo di Presidente, carica che ricopre per la durata di cinque anni. Nel 2011 alla guida della società subentra l'attuale Presidente Enzo Barlocco e Perfumo ritorna a occupare la vicepresidenza. Per lo storico dirigente 17 anni dedicati alla passione per lo sport e per un'idea sana di calcio, fatta di amicizia e divertimento.  


noresult