ECCELLENZA

Di Lino Cipolla, Marina Di Giacomo, Giuseppe Lagrasta, Cosimo Lomartire, Mario Marzetti - 12.09.2014

Occhio al Borrello, piccolo ma molto esperto

Il percorso dell’Asd Borrello ha visto una rapida ascesa negli ultimi tre campionati, con il passaggio dalla Seconda Categoria al campionato di Promozione; tale sorprendente successo acquista ancor più risalto se si prende in considerazione che Borrello è un piccolissimo comune di appena 380 abitanti situato in una zona geograficamente molto attraente dal punto di vista paesaggistico (tra le montagne abruzzesi del bacino del Medio-Sangro, caratterizzata dalla presenza delle Cascate del Verde, le cascate naturali più alte dell’appennino, che con un triplice salto raggiungono i 200 metri di altezza), ma che  purtroppo proprio a causa di questa sua localizzazione viene  penalizzato nei collegamenti con i centri più densamente popolati.

LA STAGIONE CHE SI APRE
In previsione del campionato di Eccellenza che il Borrello si accinge a disputare, il Comune e la società si sono messi al lavoro con largo anticipo per risolvere in tempo utile alcune problematiche legate al campo sportivo, data la non omologazione per la categoria dell’impianto di Borrello così com’è. Parallelamente a questi problemi la società ha lavorato sul fronte prettamente calcistico, cercando innanzitutto di mantenere, per quanto possibile, l’organico che ha ben figurato nella passata stagione e di rinforzarlo con innesti mirati nei settori nevralgici del campo,  cercando giovani desiderosi di mettersi in luce da affiancare ai veterani, sempre utili se non indispensabili per affrontare un campionato impegnativo come quello di Eccellenza. 

La rosa ancora non è completa, ma i tifosi possono essere certi che il Presidente, con l’appoggio di tutti i soci, sta lavorando per dare seguito alla cavalcata delle passate stagioni, cercando di allestire un organico adeguato e competitivo che possa ben figurare nella prossima stagione. Logicamente, tenendo presente la crisi che ha colpito e sta colpendo tutto il Paese e di riflesso anche il mondo calcistico, anche i campionati maggiori stanno risentendo di questa situazione, e la società del Borrello opererà di certo con oculatezza nelle proprie scelte.

LE PAROLE DI MAINELLA
Mattia Mainella, centravanti del Borrello, nella passata stagione ha contribuito con i suoi gol ha contribuito in modo determinante alla vittoria finale del girone B di Promozione. 

Dove giocherà Mattia Mainella quest’anno? Continuerà l’avventura con il Borrello?  

Al momento non so nulla, a breve avrò un incontro con i dirigenti e insieme valuteremo la situazione e con serenità farò le mie scelte. Sicuramente mi sono trovato molto bene con i compagni di squadra, molti erano già amici e con i nuovi non ci sono stati problemi, abbiamo creato un bel gruppo e poi si sa che quando si vince è tutto più semplice. La società non ci ha fatto mancare niente, ci è stata sempre vicina e per noi è stato facile pensare solo a giocare senza pressioni di alcun genere.

Avendo già giocato nel campionato di Eccellenza e non solo, visot che ha fatto anche del professionismo a buoni livelli, si sente di fare dei nomi o di dare dei consigli alla società su come muoversi sul mercato? 

Assolutamente no, ci sono persone che fanno questo di lavoro e fino ad ora non hanno mai sbagliato. Io non faccio nomi, sono concentrato sul dare il massimo come calciatore. 

Secondo lei qual è stato il momento della svolta per la vittoria dell’anno scorso?

Sicuramente la vittoria in casa della Val di Sangro, dato che noi eravamo due punti dietro e con quella vittoria abbiamo non solo superato loro e raggiunto la vetta, ma soprattutto perché quella prestazione ci ha dato convinzione, sicurezza e serenità per continuare la nostra marcia verso la vittoria finale.                                               

Un boom esaltante
L'Asd Borrello Calcio nasce nella stagione sportiva 2002-2003 sotto la presidenza di Mario Di Renzo e si iscrive al campionato provinciale di Terza Categoria. Nel campionato 2003-2004 la presidenza dell’associazione viene assunta da Gerardo Petrolla e l'Asd Borrello ottiene nello stesso anno la promozione in Seconda Categoria, dove rimane per tre anni, nell’ultimo dei quali, con un nuovo assetto societario al timone, retrocede in Terza Categoria. 

Nel campionato 2007-2008 torna in scena il presidente Gerardo Petrolla con il quale la squadra sale subito in Seconda Categoria, dove rimane per i successivi quattro campionati; al termine del quarto la squadra ottiene la tanto agognata promozione in Prima Categoria.

Nel campionato 2012-2013 diventa presidente Francesco Di Cicco, che è tuttora al vertice dirigenziale della squadra, ma contemporaneamente non viene mai meno la dedizione scrupolosa ed attenta del “patron” Gerardo Petrolla.  è un campionato ricco di soddisfazioni il 2012-2013 per l'Asd  Borrello che, allenata dal navigato e vincente mister Donato Anzivino, vince la coppa Abruzzo e accede alla categoria superiore, cioè al campionato di Promozione.   

Nella scorsa stagione il Borrello vince il campionato di Promozione (girone B), sempre con mister Anzivino alla guida della squadra, e conquista così il diritto di partecipare al campionato di Eccellenza nella stagione 2014-15. Il prestigioso risultato raggiunto è merito di un lavoro di squadra che ha visto coinvolti tutti: Presidente, dirigenti, allenatore, giocatori... nonché il signor Evaldo Di Sciullo, magazziniere e tuttofare dell'Asd Borrello.


noresult