DELEGAZIONI PROVINCIALI

11.03.2014

Milano: LADIES AND GENTLEMEN ECCO MISTER CINCOTTA!

È da molti conosciuto come l’allenatore del "Woman Tiky Taka". Un calcio fraseggiato, molto complesso da insegnare e da applicare perché si eseguono anche una ventina di appoggi corti consecutivi e una serie elevata di triangoli prima di arrivare alla conclusione verso la porta avversaria. In sintesi e a grandi spanne: il sistema di gioco del Barcellona applicato al calcio femminile. Si può fare e soprattutto risulta vincente? Sì. Lo ha dimostrato mister Antonio Cincotta. 
Con la Fiammamonza in Serie A2 ha totalizzato 67 punti in una sola stagione regolare (record societario), meritandosi la "Panchina d’argento" e soprattutto dando spettacolo allo stadio "Sada" e sui campi che hanno visto andare in scena le biancorosse. Poi la grande esperienza a stelle e strisce: il tecnico è stato chiamato negli Usa per allenare il Seattle in Premier League femminile. E anche lì sono arrivati i successi grazie all’apporto di un nutrito gruppo di giocatrici italiane selezionate (tra le più famose Viviana Schiavi, Alia Guagni e Valentina Giacinti) che si sono ben amalgate con le statunitensi, tra le quali la talentuosa Jilian Niks, ex Lione. "Il ricordo più bello che serberò dell’esperienza americana è la cordialità e l’umiltà con la quale sono stato accolto - ricorda Antonio Cincotta -. È stata una lezione di vita vedere la propensione ai rapporti umani di persone e atlete professioniste che hanno vinto tutto e che tuttavia sono sempre pronte a collaborare con te. È il frutto di un approccio culturale alla disciplina sportiva decisamente diverso dal nostro: ogni ragazza approda in prima squadra con alle spalle innumerevoli ore di allenamento e attività sportiva…". 
Il presente di Antonio Cincotta, però, è tutto in Italia e ha forti tinte rossonere. In particolare da quando, poco prima di Natale, ha accettato la proposta di guidare il team maggiore del Milan Football Ladies impegnato nel campionato di serie C. Un’altra avventura, un’altra partita da vincere anche se non facile perché la squadra ha chiuso il girone di andata nei bassifondi della classifica. "Ho accettato l’incarico perché qui c’è un progetto così ambizioso che nelle volontà dell’entourage c’è persino, nel giro di pochi anni, la disputa del campionato di serie A e magari della Champions League femminile - spiega Cincotta -. Posso contare su strutture ottimali e soprattutto sul fatto che le ragazze hanno dimostrato fin dal mio primo giorno un’elevatissima propensione al lavoro durante gli allenamenti”. 
Sedute rese psicologicamente meno dure grazie a metodologie nuove e a un'originale distribuzione del tempo in quattro grandi fasi: subito la partita prima delle combinazioni al volo, dei sincronismi a catene e del lavoro specifico su difesa e attacco. Un metodo già vincente perché all’esordio il Milan Ladies ha già sbancato (2-0) Sondrio, campo di gioco dell’ex capolista Pontese. Se il buon giorno si vede dal mattino...                              


FOCUS SU> La scheda: Un esperto di psicologia e comunicazione

11.03.2014
Antonio Cincotta, allenatore Uefa B, è esperto di psicologia e comunicazione. Oltre a insegna...

CONDIVIDI