DELEGAZIONI PROVINCIALI

10.07.2013

Lecco: gioia PlayOff

Se la stagione del calcio lecchese è stata complessivamente poco esaltante, i playoff di fine campionato hanno però riportato in alto due delle piazze più importanti della terra lariana. La Galbiatese Oggiono è infatti stata promossa in Eccellenza, riportando la provincia di Lecco nell'èlite del calcio regionale dopo due anni di assenza, mentre il Calolziocorte è risalito in Promozione dopo cinque anni di purgatorio in Prima Categoria. Le due promozioni hanno dunque allietato il finale di stagione locale. Il campo, infatti, ha permesso a Oggiono e Calolziocorte di festeggiare. 
Per la Galbiatese Oggiono, Società nata nel 2010 dalla fusione tra due dei club storici della Brianza lecchese, si tratta della prima promozione in Eccellenza. Ma i nomi di Galbiate e di Oggiono non sono certo nuovi ai vertici del calcio regionale: la vecchia Galbiatese aveva già disputato sei stagioni in Eccellenza, andando vicinissima al salto in Serie D nel 2005/06; ancora più blasonato era l'Oggiono Calcio, capace di disputare nove campionati di Serie D con anche un terzo posto nel 1998/99. 
E così ecco che la nuova Società dei Presidenti Maurizio Campagnari e Bruno Frigerio e del patron Natale Castagna è riuscita a riportare ai vertici regionali i nomi di Galbiate e di Oggiono. Anche se il futuro prossimo è tutto da decifrare: "Ci prenderemo qualche giorno per festeggiare la promozione - ha dichiarato Campagnari dopo la secca vittoria (3-1) sull'Assago nella finale playoff - e poi valuteremo il da farsi. Sul tavolo ci sono diverse trattative, in ogni caso la prospettiva dovrà essere quella di un ridimensionamento per continuare a fare un calcio ben fatto ma che costi di meno".

Il calolziocorte e la linea verde
È invece già scritto il futuro del Calolziocorte che, fondato nel 1921, è tra i club più longevi del pallone lecchese. Pure gli amaranto avevano giocato quattro stagioni in Eccellenza, ma ad oggi la Promozione è già un traguardo eccellente. Al "Lavello" si pensa soltanto a un futuro improntato sui propri giovani: "Il nostro progetto - dice il direttore generale Pierezio Biava - è legato all'inserimento dei ragazzi del nostro settore giovanile in prima squadra. Un progetto sposato da mister Giuseppe Gerosa e che proseguirà il prossimo anno in Promozione. Con lui il programma era già partito due anni fa, ma l'anno scorso l'avevamo interrotto riprendendolo poi all'inizio di questa stagione. Il programma era quello di crescere con l'inserimento dei giovani del nostro vivaio e di puntare alla Promozione nel giro di due anni. Abbiamo raggiunto anzitempo l'obiettivo ma questo non cambia la nostra idea di lavoro, improntato sull'investimento sul settore giovanile. A mister Gerosa piace giocare a calcio e i giocatori si sono sacrificati per seguirlo, ma questo ci ha permesso di ricevere tanti complimenti dagli avversari e anche da osservatori di categoria superiore. Vincere è sempre difficile, per cui questa promozione è per noi una grande soddisfazione".


noresult