PROMOZIONE

20.03.2015

La coppa di promozione batte quattro

Ormai ci siamo. Siamo sulla dirittura d'arrivo della Coppa Italia di Promozione, che in questa stagione raggiunge il traguardo delle tredici edizioni. è infatti dalla stagione 2001-2002 che il Comitato Regionale Lazio, con un'intuizione dell'attuale Presidente Melchiorre Zarelli, ha scelto di far “correre” le squadre di Promozione su una pista propria, che portasse all'assegnazione di un trofeo tutto di... Promozione. L'edizione della Coppa Italia 2014/15 si concluderà a maggio, dopo la chiusura del campionato, com'è giusto che sia (l'Eccellenza non può farlo perché ha un percorso nazionale, al quale accedono le squadre vincitrici delle diverse fasi regionali, che porta all'assegnazione di un trofeo a fine aprile).

UN QUARTO SCIVOLOSO

Sono quattro le squadre che si contenderanno, nelle semifinali dell'11 e del 25 marzo, l'accesso alla finale, messa in programma il 16 maggio, la settimana seguente la conclusione del campionato, fatti salvi eventuali spareggi. La prima squadra a qualificarsi alle semifinali è stata l'Alatri La Piseba, che ha approfittato di uno “scivolone” del Montespaccato, che nella gara di andata dei quarti di finale (vinta in casa per 4-2) ha schierato un calciatore che doveva ancora scontare il turno di squalifica. Presentato il ricorso, il giudice sportivo non ha potuto far altro che penalizzare il club romano, che ha così interrotto l'idea di vedere in semifinale quattro squadre del girone C. 

Con lo 0-3 decretato dal giudice a favore dell'Alatri La Piseba e l'esclusione del Montespaccato dalla competizione (secondo quanto recita il regolamento) in semifinale ci vanno dunque i ciociari, che avranno, come compagni di avventura, nel penultimo atto della manifestazione, tre squadre del girone C. Ovvero, il Cori (che è in corsa per acquisire i playoff), il Palocco (la vera sorpresa) e il Città di Ciampino, una delle regine del terzo girone della Promozione, capolista del raggruppamento e, dunque, tra le candidate, insieme alla Lepanto, per salire direttamente in Eccellenza vincendo il campionato.

IL RE DEL GOL

Con il Montespaccato fuori dal lotto per una disattenzione di segreteria, a Flavio Trombetta, attaccante del Guidonia Montecelio, resta in mano il primato del gol nella competizione di questa stagione. Nove le reti messe a segno dal calciatore in maglia giallorossoblu nelle cinque gare giocate (grazie a due triplette), a fronte delle sette realizzate da Daniele Di Giovanni del Montespaccato, di cui le ultime due messe a segno nel quarto di finale contro l'Alatri, poi “annullato” dal giudice sportivo. A insidiare il primato restano solanto due calciatori del Città di Ciampino, che hanno messo a segno cinque reti a testa, ma avendo altre due gare a disposizione, in teoria, potrebbero realizzare quei quattro o cinque gol che potrebbero pareggiare o annullare il primato di Trombetta.

IL PREMIO

Vale la pena ricordare che la squadra che vincerà la Coppa Italia di Promozione, oltre a conquistare il trofeo, verrà inserita al primo posto della speciale graduatoria per il completamento degli organici di Eccellenza (stagione 2015-2016) in caso di disponibilità di posti. Soltanto nel caso in cui la squadra vincitrice avesse già acquisito il diritto a giocare in Eccellenza vincendo il proprio girone di campionato, questo diritto verrà lasciato decadere.                                        


noresult