JUNIORES

16.05.2015

Il trionfo del progresso

Il Progresso vince il campionato Juniores regionale battendo per 1-0 il Castelvetro sul campo neutro di Anzola dell'Emilia. Trionfo meritato per la formazione del tecnico Vito Melotti che ora parteciperà alla fase nazionale. 

Parte forte il Progresso con Bonfieni che dopo neanche un minuto tira dai venti metri con la sfera che termina la sua corsa non molto lontano dalla porta. All'11' Grazioso si libera di un paio di difensori in area, ma la sua conclusione è lenta e Botti la controlla senza patemi. Al 21' corner di Grazioso, Botti esce a vuoto e Neri sul secondo palo non riesce a ribadire in rete da buonissima posizione. Al 23' punizione battuta da Grazioso dal limite dell'area, Botti para in due tempi. Al 25' occasione per il Castelvetro con la punizione battuta da Minozzi sulla trequarti, Piacentini impatta sul pallone che viene deviato da un difensore in calcio d'angolo. Due minuti più tardi, sugli sviluppi di un corner, è Bonfieni a rendersi pericoloso con un tiro che finisce alto di poco sopra la traversa. 

Al 31' l'episodio che decide la partita: corner battuto dalla destra da Rossi, Teglia conquista la palla e con un tiro a mezza altezza insacca nell'angolino opposto. La reazione del Castelvetro è nel colpo di testa di Di Gesù che, al 45', non impensierisce Tomesani. 

Nella ripresa il Progresso  spinge subito sull'acceleratore con Bonfieni che al 47' tenta la botta dal limite, ma la palla è alta. Tre minuti dopo Piacentini trattiene Bonfieni in area e l'arbitro Chiara Sangiorgi non può fare altro che decretare il rigore. Sul dischetto va Rossi, ma la sua conclusione è abbastanza centrale e Botti respinge.  Scampato il pericolo, il Castelvetro si rende pericoloso al 66' con una punizione da quaranta metri battuta da Amadori e su cui Tomesani si supera togliendo il pallone dall'incrocio dei pali. Al 73' grande azione personale di Grazioso, che, tuttavia, arriva al tiro stanco spedendo la sfera sul fondo. 

Il Castelvetro alza molto il baricentro, non riuscendo mai a impensierire veramente la retroguardia bolognese. Al 77' è ancora il Progresso a rendersi pericoloso con Bonfieni che svetta di testa, ma la palla termina alta sopra la traversa. Il Castelvetro tenta il tutto per tutto, Montanari su punizione verifica i riflessi di Tomesani, ma è Busi, al 90', a mancare il raddoppio alzando troppo la mira. Sono sei i minuti di un lungo recupero, dopo il quale può esplodere la festa del Progresso. 

“Stavolta ce l'ho fatta - afferma l'allenatore bolognese - ho vinto al 90'. Ho un grande gruppo che è stato capace di conquistare il record di punti in regione con una rosa formata, per la maggior parte, da ragazzi classe 1997. E ora non ci accontentiamo”. 

Sportivo il ds avversario, Contri. “Un elogio ai miei ragazzi per essere arrivati fino alla finale e complimenti anche al Progresso che ha vinto con merito. Ci mancavano due pedine fondamentali e la terna non è stata all'altezza della situazione. Non voglio trovare scusanti, ma se ci avessero dato un rigore che ci poteva stare e non avessero fischiato il loro, che a noi era parso dubbio, la partita sarebbe potuta cambiare”.                     

(si ringrazia Mirco Mariotti)


noresult