SERIE D

Di Giuseppe Indelicato - 03.10.2012

Il girone di ferro

Da più parti è stato definito il girone di ferro della Serie D. La scorsa estate, durante la divulgazione dei gironi e dei calendari, giornali specializzati, riviste online e sport social network ne hanno decantato l'altissima qualità delle contendenti, e così in effetti è, se solo analizziamo le squadre ai nastri di partenza del gruppo D. Pur constatando la caduta agli inferi del dilettantismo per alcune nobili decadute (Real Spal, Lucchese, Pistoiese e Massese, per dirne alcune) che comunque mantengono inalterato il loro fascino e negli scorsi anni hanno contribuito a scrivere la storia del calcio italiano, finiamo anche noi per decantare questo splendido girone a 18 squadre con tanto di... pedigree.

Le corazzate
Tecnicamente dovrebbe essere un campionato già segnato, con il plotoncino delle toscane che parte davanti  a tutti e tenterà di guadagnarsi il pass per il professionismo. Tuttavia, come accadde nella passata edizione, regnerà quasi sicuramente il grande equilibrio. Le attese protagoniste, manco a dirlo, dovrebbero essere Real Spal, Pistoiese (squadra forte, ben assortita e, soprattutto, affamata quanto basta) e Massese, con in seconda fila la Lucchese che non s'è fatta mancare nulla, se si pensa che già a metà estate aveva dato il via al primo valzer delle panchine, e confida moltissimo nel rilancio dopo il fallimento della vecchia gestione.

Le outsider
Dietro alle cosiddette grandi, alle quali è naturale aggiungere l'Atletico Pro Piacenza, prima squadra della città di Piacenza, si possono tranquillamente inserire alcune nostre portacolori, quali la Virtus Castelfranco e il Mezzolara: i primi riescono sempre a trovare le risorse necessarie per allestire squadre di altissimo livello mentre i secondi, capitanati da Fabio Bazzani, proveranno a centrare l'obiettivo playoff ancora una volta. Forse qualcosa in più.
Le sorprese puntualmente giungeranno, e in quest'ottica le matricole Formigine e Atletico Castenaso potrebbero essere le maggiori indiziate.


FOCUS SU > Il caso Spal

03.10.2012
Ora è real: mille abbonati e centinaia di tifosi Per la Spal, la denominazione esatta è...

CONDIVIDI