SOCIETA' STORICHE

14.03.2013

Guastalla, ritorno al passato

L' A.S. Guastalla fu fondato nel 1959 per iniziativa di un gruppo di sportivi locali capitanati dal compianto geometra Ottorino Casanova e desiderosi di dare al paese una squadra di calcio dopo anni di astinenza. I colori della maglia erano, e sono tuttora, il rosso e  il blu, come quelli cittadini mentre il campo sportivo era già esistente e sufficientemente strutturato per potere essere utilizzato. 
Il Guastalla iniziò la propria avventura cominciando dalla Seconda Categoria - la Terza di oggi - e al primo anno vinse il campionato conquistando immediatamente la promozione in Prima Categoria. Ogni anno la squadra venne rinforzata e arrivò al massimo campionato dilettantistico degli anni Sessanta, la Promozione. Un palcoscenico in cui il Guastalla riuscì a dimostrare il suo valore vincendo il campionato per tre anni, assicurandosi così l'accesso agli spareggi per salire in Serie D, come stabiliva il regolamento allora in vigore, ma prima il Carpi, e successivamente l'Ostiglia ed il Baracca Lugo, impedirono il salto di categoria
L'appuntamento con la storia fu solo rimandato, perché nella stagione 1964-1965 il Guastalla riuscì a conquistare il suo obiettivo vincendo lo spareggio disputato allo stadio "Braglia" di Modena contro la Portuense. 
Arrivata all'apice del calcio dilettantistico la Società reggiana continuò a lavorare sul proprio settore giovanile, cercando di costruire in casa i propri talenti. Un obiettivo che fu raggiunto, come dimostrano le carriere di giocatori come Lamagni e Negrisolo, atleti di riferimento al Guastalla poi affermatisi in Serie A. Fiori all'occhiello del club reggiano che, negli anni successivi, si alternò tra il campionato di Promozione e quello di Serie D, confermando la bontà della politica sportiva attuata dai suoi dirigenti, che continuarono a valorizzare il settore giovanile. Il vivaio regalò una gioia particolare ai tifosi del Guastalla, che nel 1974 festeggiarono addirittura il titolo nazionale conquistato dalla squadra Juniores
Negli anni successivi il club militò nei principali campionati dilettantistici, dalla Prima Categoria all'Eccellenza. Palcoscenici che, nel periodo recente, il Guastalla non ha più calcato. Da tre anni la squadra milita infatti in Seconda Categoria, campionato che oggi, dopo il girone d'andata, sta meritatamente conducendo con valide possibilità di conquistare la promozione in Prima Categoria e risalire la china verso campionati più consoni alla sua storia. Rinverdire gli antichi fasti. è questo il compito che si è posto il Presidente Giuliani. Che oggi lavora con i suoi dirigenti per riuscire a rigiocare il prima possibile quei derby con i paesi limitrofi che hanno regalato tante soddisfazioni ai tifosi del Guastalla. 


noresult