SECONDA CATEGORIA

Di Luca Pastorino - 13.02.2014

Girone AB: Girone AB: alla scoperta della Nolese con la bandiera Mauro Maggioni

Dopo una stagione travagliata la Nolese ha voltato pagina e nel campionato di Seconda Categoria girone AB sta ben figurando, come spiega Mauro Maggioni, giocatore e dirigente dei savonesi, vera e propria anima della società, in cui milita da tantissimi anni: "La mia prima stagione alla Nolese fu il campionato 1988/89, una lunga militanza interrotta solo nel periodo in cui la società venne sciolta  e poi ripresa dopo la rifondazione, altrimenti non avrei mai cambiato casacca. Quest'anno siamo ripartiti con la voglia di fare bene, per lasciarci alle spalle un campionato travagliato e sofferto; dopo una partenza tra luci e ombre abbiamo reagito alla grande cogliendo anche alcuni risultati prestigiosi, come per esempio la vittoria contro l'Altarese, l'avversaria che mi ha impressionato di più che, contro di noi, ha sprecato molte occasioni da rete". Il girone AB di Seconda Categoria si sta confermando come uno dei più equilibrati della Liguria, come spiega ancora Mauro Maggioni: "È sicuramente livellato verso l'alto; ci sono formazioni molto attrezzate per la vittoria finale come per esempio Bardineto, Sanremese e Altarese e tante altre ottime compagini, spesso divise da pochi punti. La forbice tra la zona playoff e quella playout è minima per questo occorre mantenere alta la concentrazione". 

Passando all'analisi della propria squadra Maggioni analizza i punti di forza: "In fase di mercato siamo ripartiti dalla base dello scorso anno, cercando di rinforzarci nei punti chiave con innesti di qualità. Su tutti quello più importante è stato Mandaliti, un giocatore di categoria superiore. Nel complesso comunque il nostro grande punto di forza è il gruppo, unito e compatto, che ha sempre saputo reagire nei momenti difficili. Nel reparto offensivo abbiamo ancora un vecchio leone come bomber Angileri, che nonostante l'età e qualche acciacco fisico continua a buttarla dentro, confermandosi attaccante di razza; altra colonna portante è Davide Luca, uno dei giocatori più rappresentativi, una bandiera biancorossa. Un grande plauso va anche a mister Tamburini, anche lui giocatore oltre che tecnico, nel quale riponiamo grande fiducia; inoltre è importante anche la componente societaria e un ringraziamento per tutto quello che fa ogni giorno va a Gabriele Balbo. Gli obiettivi per la seconda parte di stagione? Ottenere la salvezza al più presto e giocarci tutte le gare fino alla fine della stagione, solo alla fine vedremo dove saremo arrivati e tireremo le somme".      n    


FOCUS SU > Il vivaio: lente d'ingrandimento  sul settore giovanile

13.02.2014
La Nolese non è solo prima squadra; la società biancorossa infatti ha anche un piccolo...

CONDIVIDI