IL COMITATO INFORMA

Di Angelo Volontè - 15.04.2012

Dal CR stop al "Fidelizzato"

Niente “fidelizzato” nel Lazio, la prossima stagione. Dopo che la Lega Nazionale Dilettati ha disposto l'applicazione facoltativa della regola del fidelizzato, il Comitato Regionale Lazio ha rinunciato all’applicazione del 1994 Fidelizzato, ovvero tesserato per la stessa società da almeno una stagione. Con questa decisione, il Consiglio Direttivo del Comitato ha raccolto in pieno le indicazioni che, prima di Natale, erano venute proprio dalle società di Eccellenza (riunite a Tivoli Terme) e che avevano spinto il Presidente Zarelli a scrivere al numero uno della Lega Dilettanti, Carlo Tavecchio.
“Considerando il difficile momento economico attraversato da tutto il mondo dello sport e non solo e alcune difficoltà oggettive nell’applicazione della norma emanata - aveva scritto il Presidente Zarelli - riteniamo opportuno chiedere di rivedere la posizione in merito alla normativa del cosiddetto giovane calciatore Fidelizzato”. Così, dopo un attenta analisi avvenuta in Consiglio Direttivo, la Lega con il Comunicato Ufficiale 118 ha disposto che l’impiego del calciatore “ Fidelizzato” nel campionato di Eccellenza 2012/2013 sia facoltativo anziché obbligatorio, lasciando discrezionalità ai vari Comitati Regionali di prevederne o meno l’impiego.
Pertanto, preso atto di quanto determinato dalla LND, il Consiglio Direttivo del Comitato Regionale Lazio, ha deciso di non prevedere alcun obbligo per calciatori “Fidelizzati classe ‘94” nel Campionato di Eccellenza 2012-2013. Di conseguenza, gli obblighi d’impiego di calciatori “giovani” nel campionato di Eccellenza 2012-2013 sono i seguenti:

1 calciatore nato dal 1992 in poi

1 calciatore nato dal 1993 in poi

1 calciatore nato nel 1994 in poi

1 calciatore nato dal 1995 in poi

La deroga 
Il Comitato Regionale Lazio, inoltre, facendo proprie anche diverse indicazioni pervenute dalla società di Promozione circa le difficoltà oggettive nell’adempiere ai suddetti obblighi di impiego, previsti per la stagione sportiva 2012-2013 anche per le società partecipanti al campionato di Promozione, aveva richiesto alla Lega Nazionale Dilettanti di essere autorizzato, in deroga alle disposizioni vigenti, a mantenere, nella prossima stagione sportiva, gli stessi obblighi di partecipazione di calciatori “giovani” previsti per la stagione sportiva 2011/2012.
Anche in questa circostanza, le istanze del Comitato Regionale Lazio sono state accolte dal Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti, che ha deliberato di concedere la deroga richiesta. 
Pertanto, gli obblighi di impiego di calciatori “giovani” nel Campionato di Promozione 2012-2013 cambiano in questo modo, rispetto a quanto precedentemente pubblicato: 

1 calciatore nato dal 1992 in poi

1 calciatore nato dal 1993 in poi

1 calciatore nato dal 1994 in poi

 


FOCUS SU > Melchiorre Zarelli: sempre vicini alle società

15.04.2012
 “Crediamo di aver fatto gli interessi delle società cercando di venire loro incon...

CONDIVIDI