DELEGAZIONI PROVINCIALI

19.12.2015

Cremona: futsal, il videoton non si pone limiti

Una passione lunga un quarto di secolo. È quella che lega Igor Severgnini alla società di calcio a 5 del Videoton, che attualmente milita in serie C1. Un rapporto indissolubile che lo ha portato a vestire prima la divisa da giocatore, poi da dirigente e da una decina d’anni a ricoprire il ruolo di Presidente del club cremasco. 

“Quando ripenso ai primi anni e da dove siamo partiti mi sembra tutto incredibile e allo stesso tempo mi riempie di orgoglio - ammette Severgnini -. Mai ci saremmo aspettati di raggiungere un giorno quelle categorie in cui militavano giocatori che sembravano marziani di fronte a noi neofiti”. E invece il club rossoblu, passo dopo passo, è stato artefice di una cavalcata in crescendo che l’ha portato fino al massimo campionato regionale. “Abbiamo sempre rispettato i programmi stagionali, ovvero migliorare la posizione ottenuta nel campionato precedente - così il Presidente spiega la filosofia del club -. Quest’anno stiamo incontrando qualche difficoltà, ma era tutto preventivato perché in estate abbiamo rivoluzionato gran parte della rosa: serve tempo per trovare la giusta alchimia e l’obiettivo playoff resta raggiungibile”. 

Il club presenta ai nastri di partenza anche una formazione femminile e soprattutto un nuovissimo team Allievi che avrà il compito di ben figurare e di accrescere ulteriormente l’interesse dei più giovani per una disciplina della quale il Videoton rappresenta un fermo punto di riferimento per tutto il territorio. Il futuro? “Domanda da un milione di dollari - esclama Severgnini -. Chiediamo ai giocatori di migliorarsi sempre, ma siamo coscienti che anche sotto il profilo societario abbiamo ancora passi in avanti da compiere e in tale ottica sarebbe prezioso il supporto di altre persone che volessero avvicinarsi con serietà al nostro progetto. Certo, salire ulteriormente di categoria e confrontarci con un campionato nazionale sarebbe il top per noi. Sognare non costa nulla!”. Del resto se il Videoton riuscì nell’impresa di espugnare il mitico Bernabeu, allora “niente è impossibile!”.                                   

Una storia che passa dal Santiago Bernabeu
Nonostante sia la stessa denominazione ufficiale a indicare il 1990 come data di fondazione, per risalire agli albori della storia del club è necessario indietreggiare le lancette del tempo a un anno prima quando un gruppo di amici decide di iscriversi a un torneo invernale di calcio a 4, organizzato dall'oratorio di Ombriano. Il nome della squadra è Bmw Ancona, ma il nucleo base sarà quello che solo dodici mesi dopo fonderà il Videoton. Nell'ottobre del 1990, infatti, lo stesso gruppo si ripresenta al torneo, che nel frattempo ha preso le dimensioni di “campionato parrocchiale”, mutando il nome in Sc Videoton: è il 10 ottobre 1990. La denominazione è mutuata dal Videoton Fcf, così come i colori sociali rossoblu, formazione ungherese che pochi anni prima, nel 1985, aveva impegnato il Real Madrid nella finale di Coppa Uefa, andando a vincere al “Santiago Bernabeu”. 

Nei primi tre anni della sua storia il Videoton prende parte al campionato parrocchiale, ma il grande salto è all’orizzonte. L'idea di passare all'attività regionale Figc è dei primi mesi 1995, ma si concretizza il 29 luglio 1996: il Videoton si affilia alla Figc e inizia la sua cavalcata nei campionati regionali. Nell'occasione la società modifica definitivamente la denominazione in Gruppo Sportivo Dilettantistico Videoton 1990 Calcio a 5

Il campionato 2011/2012 rappresenta la migliore stagione della gloriosa storia del Videoton. Con 58 punti in 26 giornate, che valgono il secondo posto in classifica, e la vittoria nei playoff la formazione cremasca conquista, contro il Laveno Mombello, una straordinaria promozione in C1. Quella categoria che vede ancora protagonisti i rossoblu che nel giugno 2013 decidono di legarsi indissolubilmente al territorio mutando il nome in Gsd Videoton Crema C5