TDR 2015

Di Biagio Bianculli - 15.05.2015

Allievi pronti per il tdr

pochi giorni dall'inizio del Torneo delle Regioni in Lombardia, che si disputerà in concomitanza con l'Expo 2015 a Milano, la Rappresentativa Allievi del CRB è pronta per l'avventura nella più importante manifestazione agonistica organizzata dalla Lnd. Il lavoro di preparazione è stato lungo e faticoso. “Ho visionato numerose partite - afferma il Ct Nicola Dimase - e svolto altrettanti raduni dove ho avuto modo di vedere i ragazzi che, secondo me, potevano far parte della Rappresentativa di categoria. Alla fine ho dovuto fare delle scelte. Ringrazio comunque tutti i ragazzi che ho avuto modo di incontrare nei mesi scorsi e le società che ce li hanno messi a disposizione”.  

Le insidie sulla strada che porta in Lombardia, tuttavia, non mancano. “I nostri campionati sono ormai terminati - sottolinea Dimase - e pertanto, nell’ultima fase, abbiamo dovuto lavorare maggiormente dal punto di vista atletico in modo da mantenere accettabile la condizione fisica dei ragazzi. Senza di essa non si può disputare in maniera ottimale una competizione come il TdR dove gli impegni agonistici sono ripetuti e condensati in un lasso di tempo limitato”. Le esperienze passate testimoniano proprio questo. “Sono sei anni che partecipo in qualità di tecnico al Torneo delle Regioni - prosegue il Ct - e se dal punto di vista tattico riusciamo a tenere banco ai nostri avversari, spesso paghiamo qualcosa dal punto di vista atletico. Se, come abbiamo provato a fare quest’anno, riuscissimo a limitare il gap atletico rispetto alle altre selezioni regionali allora anche la Basilicata potrebbe dire la sua in questa edizione del TdR”.   

Nel girone D la Rappresentativa Allievi della Basilicata se la dovrà vedere contro Piemonte Valle d’Aosta,  Toscana e Molise. “Tradizionalmente ci toccano sempre selezioni di livello - dichiara Dimase -. Siamo abituati a questo e cercheremo, come sempre, di dare il massimo in tutte le partite che disputeremo. Siamo consapevoli delle difficoltà e della forza dei nostri avversari, ma sappiamo anche che possiamo contare su un buon gruppo che onorerà al massimo delle proprie possibilità il nome della Basilicata al Torneo delle Regioni”. 

Dentro e fuori dal campo di gioco. “Questa competizione giovanile - conclude il Ct della Rappresentativa Allievi del CRB - non è solo una vetrina importante dove mettere in evidenza le proprie doti tecniche, ma è anche una esperienza umana che va vissuta intensamente con la consapevolezza che si è lì a rappresentare il calcio giovanile della propria regione. Sono sicuro che anche da questo punto di vista i nostri ragazzi non mi deluderanno”.