TDR 2012

22.06.2012

A un passo dalla vittoria

Il “sogno” del Presidente Massimo Donati e del Pisa S.C. si conclude al “Flaminio”. Sono i pugliesi del Bisceglie ad aggiudicarsi la Coppa Italia con una rete realizzata nel finale e a vincere l’ambito trofeo con il risultato finale di 2-1. Nella finalissima giocata a Roma la formazione nerazzurra, dopo aver rimontato l’iniziale svantaggio con la rete segnata da Federico Balestri ad inizio ripresa, ha incassato a sette minuti dal termine la realizzazione avversaria che ha regalato il massimo trofeo fra club dilettantistici ai pugliesi e la promozione in Serie D.

Delusione finale
Il “sogno” del Pisa S.C. era iniziato a settembre con l’inizio della fase regionale conclusa con la doppia finale giocata con l’Olimpia Colligiana e vinta dalla squadra di Roventini, poi era il turno della fase nazionale caratterizzata dal passaggio del turno conseguito dal Pisa S.C. negli ottavi di finale contro la formazione emiliana del Castellarano, quindi dalle affermazioni ottenute dai pisani nei quarti con il Tolentino e quella in semifinale con i piemontesi del Verbania. Sicuramente nella finalissima per la squadra toscana, che è sempre stata in partita in un incontro molto equilibrato e che è stata superata dagli avversari solo nel finale di gara, hanno pesato le assenze per squalifica di tre giocatori: il capitano e centrale difensivo Romanini, il jolly Bortoletti e il mediano Susini. 
Il valore del Bisceglie, squadra molto accreditata e composta da elementi di spiccato valore, e il gran tifo sostenuto dai numerosi “supporter” giunti dalla Puglia a sostenere la propria squadra nell’ultimo atto della manifestazione  hanno fatto il resto. I pisani hanno fatto il massimo e bisogna complimentarsi con la società guidata dal Presidente Donati e con la squadra allenata da Roventini per quello che in questa cavalcata quasi “trionfale” sono stati capaci di fare.


FOCUS SU> il percorso in campionato

22.06.2012
Un Pisa S.C. che ha fatto sognare una città ed una tifoseria, attraverso un lungo cammino fat...

CONDIVIDI